Ottopagine Benevento

Direttore Editoriale Lucia Vigorito

Politica

 Share This Page
Politica

«Con Forza Italia da moderati» Il sì dell’Udeur a Berlusconi

Articolo di

«Con Forza Italia, senza rinunciare affatto a quello che è il nostro Dna: restiamo una forza moderata e attenta al territorio. Gli estremismi non ci appartengono e non ci apparterranno». Le parole di Clemente Mastella confermano l’adesione di massima dell’Udeur al progetto berlusconiano. Un abbraccio che sarà anche visibile nel prossimo week end (venerdì o sabato pomeriggio) quando la nuova Forza Italia si presenterà al Sannio con una manifestazione pubblica che vedrà protagonisti – tra gli altri – anche  Francesco Nitto Palma e Fulvio Martusciello. Al tavolo dei relatori, evidentemente, ci sarà anche l’ex Guardasigilli. Che ieri mattina ha riunito il gotha del suo partito a San Giovanni di Ceppaloni. «Il primo nodo da sciogliere – ha commentato il segretario provinciale Vittorio Fucci- riguardava l’alleanza da realizzare. Perchè il quadro politico è in evoluzione e appare chiaro a tutti che la contrapposizione centrosinistra-centrodestra ha perso d’attualità. C’erano stati dei contatti con la nuova aggregazione che sta nascendo al centro, così come delle avances da parte dei promotori del Nuovo Centrodestra. Noi, invece, siamo pervenuti all’idea di stare assieme a Forza Italia». Resta sul tavolo, evidentemente, l’interrogativo posto dallo stesso Mastella agli amministratori e ai dirigenti Udeur presenti ieri in sala: siglare un patto federativo con gli ‘azzurri’, così come ha fatto Miccichè, o entrare a far parte in maniera organica del nuovo partito. Per Francesco Rubano, responsabile nazionale del movimento giovanile, intervenuto subito dopo i cinque segretari provinciali, non ci sono dubbi: «Il partito va sciolto. Poi, con il lavoro sul campo e la nostra capacità di raccogliere consensi, guadagneremo il nostro spazio». Il nodo, comunque, potrebbe essere sciolto già nelle prossime settimane. L’auspicio, per la verità, è quello di convocare già per il prossimo week end, magari venerdì, il Consiglio nazionale del partito. E’ in quella sede, evidentemente, che la scelta (quale delle due) sarà ufficializzata. Prima ancora, però, Mastella dovrebbe incontrarsi nuovamente con Nitto Palma e Martusciello. Sempre nei prossimi giorni, poi, il leader dell’Udeur si confronterà con altri riferimenti territoriali del partito presenti nelle varie regioni meridionali. «La notizia più importante è che oggi si è respirato un clima di grande entusiasmo» – è il commento a margine della riunione di Alfredo Cataudo e Luigi Ambrosone, con l’esponente di palazzo Mosti che assicura: «Eravamo circa duecento». Tra questi, anche il capogruppo Udeur al Comune capoluogo Luigi Trusio, il vicesegretario regionale Ennio Majatico, i sindaci di Ceppaloni, Sant’Arcangelo Trimonte, Roccabascerana, i coordinatori delle cinque province campane.

Lascia un Commento