Ottopagine Benevento

Direttore Editoriale Lucia Vigorito

Cronaca

 Share This Page
Cronaca

I numeri della Guardia di Finanza: nei primi cinque mesi dell’anno scoperti 14 miloni di euro evasi

Questa mattina il 239esimo anniversario del Corpo

Questa mattina è stato celebrato in città il 239esimo anniversario della fondazione del Corpo della Guardia di Finanza. Un’occasione, per le fiamme gialle sannite, di fare il punto della situazione sull’attività posta in essere in questi primi cinque mesi dell’anno. E i numeri sono importanti: da gennaio a maggio, la Gdf ha scoperto redditi evasi per 14 milioni di euro; Iva evasa per tre milioni; scoperto 15 evasori totali; sequestrato, complessivamente, beni mobili ed immobili per circa 3 milioni e mezzo di euro; eseguito confisca di immobili per 4 milioni di euro nei confronti di responsabili di reati fiscali; deferito all’autorità giudiziaria 13 responsabili di reati fiscali, uno dei quali tratto in arresto; scoperto 36 lavoratori in nero; scoperto danni erariali per 11 milioni di euro; deferito all’autorità giudiziaria 9 soggetti per reati connessi alla falsa rappresentazione della propria posizione reddituale ai fini della percezione di prestazioni sociali agevolate; accertate frodi in materia di prestazioni previdenziali ed assistenziali nei confronti di 9 persone, con il sequestro di beni per un valore di circa 500mila euro; eseguito 880 controlli sulla corretta emissione di scontrini e ricevute fiscali, riscontrando irregolarità nel 52% dei casi; denunciato nr. 45 persone, di cui 4 in stato di arresto, per reati connessi al contrabbando di tabacchi lavorati; denunciato 5 persone, di cui 4 tratte in arresto, per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti e segnalate 15 persone al Prefetto.

Presso la caserma “E. Romano”, sede del comando provinciale, si è tenuta la cerimonia, quest’anno improntata a particolare sobrietà, oltre alle celebrazioni del Corpo sono state anche consegnate 11 ricompense di ordine morale ai militari che si sono particolarmente distinti nel corso delle attività di istituto. Premiati, con encomio semplice, il luogotenente Angelo Calandro, e i marescialli aiutanti Domenico Ascierto e Pietro Ricci. Elogi per il capitano Vincenzo Pesapane, il luogotenente Raffaele Massarelli e il maresciallo capo Massimiliano Mignone, il vice brgadiere Massimo Puzio, l’appuntato scelto Antonio Bovio, il maresciallo aiutante Antonio Saverio Iannella, il vice brigadiere Renato Gaudiello e l’appuntato scelto Francesco Cocca.

 

Lascia un Commento